Lorena Galazzo, nasce a Siracusa il 09/05/1994. Compie gli studi presso l’Istituto d’Arte “A. Gagini” dove si diploma in pittura e decorazione pittorica nel 2013. Consegue il titolo Universitario all’ Accademia di belle arti “R. Gagliardi” nella stessa città e nel 2016, si laurea in pittura con il massimo dei voti di 110 e lode/110.

Mostra sin da piccola doti artistiche come pochi, infatti il talento unico unito ad una passione travolgente e un amore sconfinato verso l’arte, la proiettano verso conquiste ricche di soddisfazioni e grandi risultati. La sua formazione avviene, cresce e si alimenta anche di continui studi personali, che insieme ad esperienze pratiche improntate su tecniche pittoriche sia tradizionali che moderne, permettono la nascita di una vera professionista dell’arte ben strutturata e organizzata nel panorama artistico Siracusano e Siciliano.

Sono continue le collaborazioni nelle scuole pubbliche con progetti di varia natura e genere e molteplici i riconoscimenti e i traguardi raggiunti.

Partecipa a diverse estemporanee e mostre d’arte aggiudicandosi in più occasioni il primo posto in classifica.

Dal 2015 al 2017partecipa all’infiorata di Noto (SR) con l’incarico di “MAESTRA INFIORATRICE”, si onora della scelta tra tanti bozzetti con l’ “Asino Catalano” e si aggiudica il primo posto fra i diversi bozzetti realizzati a livello internazionale.

Tra le mostre più prestigiose è protagonista, nel 2018, a quella di Venezia “I love Italy” tenutasi nei pressi della famosissima Piazza S. Marco.

Il successo non si ferma. Infatti sempre nello stesso anno viene contattata dalla Rinomata Rivista Internazionale EuroArte che pubblica un trafiletto dedicato alla vita dell’artista.

Altri sono i riconoscimenti ottenuti e le gratifiche raggiunte, come la pubblicazione nel giornale “La Sicilia” e le continue collaborazioni con alcune influencer famose italiane.

Da qualche anno è regolarmente registrata tramite il proprio marchio con dicitura LG di Lorena Galazzo.

Le opere e i lavori svolti passano attraverso gli articoli più variegati da piccoli, medi e grandi oggetti, a superfici più complesse da gestire come abiti per il teatro. Nasce infatti l’idea di realizzare pezzi unici da indossare come pelletteria di varia natura e accessori di qualsiasi genere dipinti a mano.

Il suo motto non si finisce mai di imparare le dà piena convinzione che la vera saggezza artistica consiste nel saper di non sapere. Più si conosce più si è consapevoli di saperne poco rispetto a quanto si potrebbe. Nutre rispetto, verso tutte le tecniche pittoriche e si concede sempre la possibilità di creare nuovamente con metodi diversi. Ciò le consente un miglioramento continuo ed esponenziale sia nel dipinto che nella decorazione di oggettistica varia e di manufatti artigianali.

La dedizione verso quest’attività è totale e le opere non rappresentano il frutto di un comune e semplice lavoro ma, invece, di un vero e proprio stile di vita da sposare in pieno e da condividere giorno e notte, con chiunque voglia apprezzarne in pieno le fattezze e “assaporarne il gusto artistico”.